info@centronoesis.it| 338 565 1723

Cocaina e geni nel cervello

La cocaina modifica l’attività dei geni nel cervello: uno studio rivela come l’abuso di cocaina cambi il cervello.

La cocaina, infatti, è capace di modificare addirittura l’attività dei geni normalmente accesi o spenti in certe zone del cervello, guarda caso quelle collegate all’appagamento e alla dipendenza da sostanze come il nucleo accumbens. È quanto dimostrato in uno studio condotto su roditori e pubblicato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze Pnas.

I risultati della ricerca, ha spiegato il suo autore Eric Nestler della Mount Sinai School of Medicine di New York, potrebbero suggerire che lo stravolgimento dell’attività dei geni abbia un ruolo nell’insorgenza della dipendenza da cocaina. I ricercatori statunitensi hanno osservato il profilo di attività dei geni nel nuclo accumbens di topolini cocainomani: in particolare hanno osservato differenze a livello delle regioni di controllo dell’attività dei geni, cioé degli interruttori del Dna. Differenze a livello di questi marcatori sono strategiche perché condizionano l’attività dei geni limitrofi. Gli esperti hanno visto che nel nucleo accumbens di topolini dipendenti da cocaina molti di questi interruttori mantengono certi geni spenti e che solo la dose di droga accende alcuni di questi interruttori ripristinando, in parte, l’attività normale dei geni.

L’effetto della cocaina diretto sull’attività dei geni, quindi, potrebbe essere un tassello importante per spiegare come si sviluppa la dipendenza da cocaina.

Cerca nel sito

Tag più popolari

Cerca nel sito

Tag più popolari