Disturbi del comportamento alimentare

Alcuni studi sui Disturbi del comportamento alimentare hanno dimostrato che vi sono numerosi elementi in comune tra queste patologie e le dipendenze, come quelle da alcool e da droghe.

Disturbi del comportamento alimentare, il cervello possiede delle aree specifiche (“Reward system” o Sistema della gratificazione/ricompensa) che sono normalmente attive quando una persona si sente bene, si prende cura del proprio corpo, si comporta in maniera prudente, quando si viene lodati, si è innamorati, si fa esercizio fisico, etc.

Disturbi del comportamento alimentare

Queste aree possono anche venir stimolate artificialmente: tutti i tipi di droghe, sia legali che illegali, producono una neuro-stimolazione chimica che è tra le cause dei comportamenti di dipendenza. Essa produce anche una riduzione delle sensazioni sgradevoli ed è per questo che i soggetti che soffrono di disturbi alimentari (cioè chi fa abuso di cibo o forse anche chi pratica la restrizione alimentare) o di altre dipendenze tendono a ripetere patologicamente il loro comportamento.

Bulimia

Assunzione di cibo in grandi quantità, in un determinato periodo di tempo, seguita da condotte di eliminazione che tendono a ridurre l’aumento ponderale.

Obesità

È possibile definire obeso un individuo la cui massa adiposa sia eccessiva, con Indice di Massa Corporea (I.M.C. o B.M.I.) maggiore di 30.

Anoressia

Rifiuto di mantenere un peso corporeo normale (in relazione all’età ed all’altezza) e dal timore intenso ed ossessivo di aumentare di peso, spesso associato con un disturbo dell’immagine corporea.

Fame compulsiva

Grave disturbo alimentare in cui spesso si consumano quantità insolitamente grandi di cibo.

Chimaci al numero 338-56-51723

CONTATTACI

Ricerca per

Tag più popolari

Ricerca per

Tag più popolari