Prevenire lo stress e le patologie correlate

Ogni giorno ciascuno di noi si trova a dover fronteggiare lo stress. Lo stress del traffico, del lavoro, del rapporto con la famiglia, dei ritmi sempre più incalzanti della nostra vita. Tutti sappiamo che lo stress fa male e ne parliamo continuamente, tant’è che tale termine è uno di quelli più utilizzati nel linguaggio quotidiano. Tuttavia non tutti sanno che lo stress è in grado di provocare vere e proprie patologie. Secondo la letteratura scientifica occorre distinguere due tipi di condizioni, quelle caratterizzate dal cosiddetto stress utile (o positivo) definito “eustress” e il “distress” che è invece dannoso.

Patologie da stress

La condizione di eustress si verifica , per esempio, quando dobbiamo sostenere un esame o una prova importante. In questo caso il nostro organismo si attiva potentemente allo scopo di consentirci la migliore performance possibile. La natura nel corso dell’evoluzione ha selezionato una serie di  “particolari funzionamenti”  da parte di vari sistemi ed apparati  con la finalità di consentire al nostro organismo di rispondere nella maniera più adeguata alle varie sfide a cui veniva sottoposto.

In condizioni di tranquillità esso si trova in una condizione di equilibrio con risposte fisiologiche da considerarsi normali. Il fattore stressante è rappresentato da un evento in grado di modificare tale equilibrio, laddove la risposta allo stress dell’individuo è rappresentata dall’insieme di adattamenti fisiologici,  endocrini,  neurochimici e psicologici che sono rivolti al ripristino della condizione omeostatica precedente. E’ stata descritta una tipica reazione di attivazione dell’organismo di fronte ad uno stimolo attivante, solitamente un pericolo imminente, definita “reazione di attacco o fuga” (“fight or flight reaction”), durante la quale l’intero organismo si prepara a difendersi o a fuggire. il cuore aumenta la potenza e la frequenza con cui spinge il sangue in circolo, le arterie che portano il sangue ai muscoli si dilatano, consentendo così l’aumento del flusso ematico distrettuale, la frequenza respiratoria aumenta per ossigenare di più il sangue, aumenta il tono adrenergico e la secrezione di vari ormoni circolanti.

Quando lo stress diviene cronico il nostro corpo perde la capacità di fornire risposte adattive, emergono malfunzionamenti, disregolazioni ed anomalie a vari livelli. Un tale stato dell’organismo, che già di per sè corrisponde ad uno stato patologico, può aprire la porta a varie malattie che possono interessare diversi organi ed apparati e dar luogo finanche a patologie della sfera psichica ( ansia, attacchi di panico, depressione). Lo stress e le patologie correlate rappresentano oggi un’area di estremo interesse soprattutto per la possibilità di avviare interventi preventivi. Sarebbe opportuno diffondere maggiormente la cultura della prevenzione legata alle condizioni di stress nonchè la conoscenza degli strumenti adatti alla sua attuazione.

 

Dott. Vincenzo Barretta, Psichiatra, Psicoterapeuta

Dipartimento Farmacodipendenze A.S.L. Na 1

Direttore del “Centro Noesis” di Napoli

Presidente di “Noesis-Associazione per la lotta al disagio psicologico ed alla malattia mentale”

Ricerca per

Tag più popolari

Ricerca per

Tag più popolari