info@centronoesis.it| 338 565 1723

Disintossicarsi dalla cocaina

Quando si decide davvero di disintossicarsi dalla cocaina? Quando si arriva alla consapevolezza di non poter più gestire l’ assunzione della sostanza? Quali fasi si devono affrontare e come si può uscirne?

La cocaina è una sostanza molto “subdola”, nel senso che compare nella vita di una persona frequentemente in punta di piedi, dando l’impressione di essere amica e poi, invece, si rivela essere un grosso problema.

All’inizio, essa può dare l’impressione di essere d’aiuto (dà più forza, più energia, facilita il divertimento) ed il soggetto che la consuma ha la sensazione di poter decidere se usarla o meno, in seguito ci si rende conto che si è instaurata la condizione di dipendenza ed è quindi la sostanza a decidere al posto della persona, ma questo spesso accade anche dopo molti anni.

La decisione di disintossicarsi dalla cocaina

Avviene quando il consumatore diviene consapevole, in modo chiaro, di non essere più capace, come un tempo, di gestire le modalità d’assunzione. Solitamente si attraversano varie fasi prima di affrontare quella in cui si decide di “fare qualcosa”.

Secondo il modello di Prochaska e DiClemente (modello“transteorico al cambiamento”) si attraversano 3 fasi temporali, di durata variabile, prima di giungere a quella in cui si è realmente motivati e ci si attiva concretamente per procedere al processo di cura e arrivare alla scelta pratica di disintossicarsi.

I familiari e gli amici possono rivestire un ruolo importante nel facilitare il passaggio da una fase all’altra, fornendo supporto emotivo, consigli ed indicazioni concrete su cosa fare.

Per la dipendenza da cocaina esistono oggi dei programmi di trattamento realmente efficaci, scientificamente studiati e basati sulle conoscenze mediche, psicologiche e neuroscientifiche più recenti, in grado di consentire al soggetto dipendente di uscire dalla condizione patologica in cui si trova.

È necessario intervenire sul “craving” (desiderio intenso e spesso incontrollabile di consumare la sostanza) attraverso diverse strategie, in tal modo sarà possibile liberare la persona dai processi mentali che la tengono bloccata che sono costituiti da dinamiche di tipo psicologico ma anche da meccanismi correlati alla neurochimica cerebrale.

Nel nostro tipo di trattamento, agli strumenti di tipo psicologico si affianca un approccio farmacologico specifico ed innovativo, elaborato in seguito agli studi condotti dal Dott. Vincenzo Barretta e dalla sua equipe, in grado di agire in maniera specifica sul “craving” da sostanze, sulla componente impulsivo/compulsiva della dipendenza, nonché sull’eventuale psicopatologia associata, aiutando così a vincere la sfida e disintossicarsi dalla cocaina.

Cerca nel sito

Tag più popolari

Cerca nel sito

Tag più popolari

CONTATTACI SUBITO