Cannabis e Cannabinoidi

L’uso di sostanze derivate dalla Cannabis (Hashish e Marijuana) sembra essere estremamente diffuso tra gli adolescenti ed i giovani adulti. Le richieste di trattamento per abuso della sostanza sono aumentate del 45 per cento tra il 1993 e il 1998 e il 57 per cento dei nuovi soggetti in trattamento ha indicato la marijuana come sostanza primaria di abuso. Questo non è un problema che può essere ignorato in quanto l’uso di marijuana negli adolescenti è associato a problemi di natura emotiva, comportamentale e legale nonchè a problemi di salute, oltre a quelli spesso derivanti da attività sessuale non protetta.

Cannabis e Cannabinoidi ed Effetti della marijuana

La Marijuana, che proviene dalla pianta di canapa (cannabis sativa), è la droga illegale più frequentemente utilizzata nei paesi occidentali. La maggior parte delle persone fuma le foglie secche della pianta, fiori, steli e semi. Ma la marijuana può anche essere miscelata nel cibo o prodotta come un tè. Dagli anni novanta, i tassi del consumo di marijuana negli adulti sono rimasti stabili. Tuttavia, i tassi di dipendenza dalla sostanza sono aumentati significativamente nel corso dello stesso periodo. E, secondo gli ultimi studi, circa il 30% degli adolescenti sono soliti fumare marijuana. La molecola attiva della marijuana è il THC. Che è l’abbreviazione di delta-9-tetraidrocannabinolo.
Esistono diverse varietà di canapa, alcune destinate ad usi agroindustriali con contenuto trascurabile di THC, e altre varietà destinate a produrre droga. I preparati psicoattivi, cioè in grado di interferire con le funzioni neuro-psichiche, contengono delta-9 tetraidrocannabinolo (THC) uno dei maggiori principi attivi della cannabis. Hashish, marijuana e olio sono le principali droghe ricavate dalle foglie, dalle infiorescenze femminili e dalla resina della pianta. La potenza della cannabis disponibile sul mercato è decisamente aumentata rispetto a quella degli anni ’70. Gli effetti del fumo di hashish e marijuana si avvertono dopo pochi minuti e possono durare anche due ore. L’intensità dell’effetto dipende soprattutto dalla quantità di THC contenuta nella sostanza assunta. Numerosi studi hanno dimostrato come negli anni la potenza di questo principio attivo continui ad aumentare, aumentando quindi i rischi correlati all’uso. L’effetto varia anche in base alle caratteristiche psicofisiche individuali, alla modalità di assunzione e associazione con alcol o altre sostanze e alla quantità. Sotto alcuni aspetti gli effetti sono simili a quelli indotti dall’alcol, e provocano un’alterazione delle percezioni sensoriali e temporali. L’assunzione di cannabis stimola la fame e la sete, provocando secchezza alla bocca.

MARIJUANA

La marijuana è la sostanza psicoattiva derivante dalle infiorescenze femminili e dalle foglie essiccate della cannabis. L’aspetto della marijuana è molto simile a quello del tabacco, di colore verdastro o brunastro. La marijuana viene fumata, da sola o mischiata a tabacco, ma può anche essere ingerita, essendo utilizzata come ingrediente in alcune preparazioni alimentari, oppure per preparare degli infusi.

HASHISH

L’hashish è una resina derivata dalla pianta di cannabis, nello specifico una secrezione resinosa essiccata, di colore marrone o nera, raccolta durante la fioritura delle piante femminili. È confezionata in panetti o stecche, oppure lasciata in polvere. La pasta di hashish viene sbriciolata e mischiata al tabacco per essere fumata, ma può anche essere ingerita, essendo utilizzata come ingrediente in alcune preparazioni alimentari.

OLIO DI HASHISH

L’olio di hashish è una miscela oleosa estratta dal materiale essiccato della pianta di cannabis più ricco di THC, oppure distillata dall’hashish. Anche l’olio di hashish può essere fumato mischiato al tabacco o ingerito, utilizzato come ingrediente in alcune preparazioni alimentari. Ha un contenuto in THC piuttosto alto che può raggiungere anche il 30%.

Chimaci al numero 338-56-51723

CONTATTATECI

Ricerca per

Tag più popolari

Ricerca per

Tag più popolari