info@centronoesis.it| 338 565 1723

Depressione e diabete: c’è un legame?

Depressione e diabete: esiste un legame? Stando a quanto emerso da recenti studi, sembra che la risposta sia effettivamente si.

Esiste una  causa biologica per la quale le persone con diabete sono maggiormente inclini alla depressione.
Nuovi studi dimostrano nello specifico che rilevanti livelli di glucosio nel sangue in soggetti che sono afflitti da diabete di tipo 1, determinano un incremento dei valori  di un neurotrasmettitore cerebrale che si accompagna alla depressione, ed alterano le connessioni fra le regioni del cervello che controllano le emozioni.

Per giungere a tale conclusione, in una delle ricerche, gli esperti hanno collaborato con 19 adulti non depressi: otto erano sofferenti da diabete di tipo 1 (cinque donne e tre uomini, con età media di 26 anni), e 11 volontari (sei uomini e cinque donne, la cui età media era di 29 anni) non soffrivano invece di questa malattia.

A ciascun volontario è stata eseguita una risonanza magnetica funzionale, per valutare la funzione del cervello, ed altri test per misurare il livello di glutammato, un neurotrasmettitore del cervello che viene associato alla depressione.

I pazienti sono stati successivamente sottoposti a alcuni test di “neuroimaging” cerebrale,  quando la quota di zucchero nel loro sangue era diventata normale e subito dopo una infusione di glucosio, che elevava in modo moderato la loro glicemia.

Dallo studio è emerso che alti livelli di glucosio nel sangue in pazienti che soffrono di diabete di tipo 1, causano un aumento del livello di un neurotrasmettitore che viene associato ai sintomi della depressione. Per di più, elevate quantità di zucchero nel sangue muterebbero anche i collegamenti tra le zone del cervello che gestiscono le emozioni.

Si è tradizionalmente ritenuto che i pazienti con diabete di tipo 1 o 2 tendono ad avere una maggiore predisposizione verso la depressione in confronto ai loro coetanei non diabetici a causa del maggiore stress dato dalla gestione di una malattia complessa come quella del diabete. I risultati della ricerca “ci mostrano che gli alti livelli di zuccheri nel sangue – spiegano gli scienziati – possono rendere favorevole i soggetti con diabete tipo 1 alla depressione, per mezzo di dispositivi biologici nel cervello. I nostri risultati – riassumono i responsabili della ricerca – possono permettere l’aumento di metodi più mirati per il trattamento della depressione nel diabete”.

A Napoli, presso la S.U.N. (Seconda Università degli Studi di Napoli) sono in corso ricerche scientifiche, curate dal Dott. Vincenzo Barretta e dalla Prof.ssa Katherine Esposito, proprio per approfondire la conoscenza del legame tra Depressione e Diabete.

Afferma Vincenzo Barretta: “la depressione deve essere considerata una patologia sistemica, cioè in grado di coinvolgere vari aspetti del funzionamento dell’intero organismo, stiamo studiando il modo in cui si realizza la correlazione tra queste due importanti malattie, allo scopo di poter mettere a punto trattamenti ancora più mirati ed efficaci”.

I risultati degli studi effettuati all’Università di Napoli sono pubblicati su importanti riviste scientifiche internazionali.

Cerca nel sito

Tag più popolari

Cerca nel sito

Tag più popolari