fbpx
info@centronoesis.it| 338 565 1723

L’infarto uccide una persona alla volta, la depressione (a volte) può ucciderne a decine

“L’infarto uccide una persona alla volta, la depressione (a volte) può ucciderne a decine”. Questa frase fu pronunciata da un illustre collega, alcuni anni fa, durante i lavori di un importante congresso. La tragedia di Andreas Lubitz, pilota dell’Airbus Germanwings precipitato pochi giorni fa, la riporta alla mia memoria e mi spinge a fare alcune considerazioni relative al benessere psicologico e alla depressione.

Le patologie della sfera psichica sono ancora oggi scarsamente considerate quale fonte di intenso disagio e causa di ingente spesa sanitaria. Inoltre condizioni di questo tipo, a differenza delle patologie relative ad altre branche della medicina, hanno la capacità di coinvolgere fortemente non solo l’ambito familiare del soggetto ma anche ambiti relazionali più ampi, come quello lavorativo. Basterebbe creare una cultura sanitaria maggiormente attenta a queste problematiche lavorando per ampliare le conoscenze in merito e coinvolgendo non solo gli operatori sanitari ma anche la famiglie nel loro complesso. Non si tratta di avere paura della depressione o del disturbo psichico in generale, ma è necessario invece comprendere queste patologie, conoscerle meglio per poter più prontamente organizzare strategie di prevenzione realmente efficaci. Da vari anni, si va dicendo che ormai circa la metà della popolazione del mondo occidentale ha in qualche modo a che fare col disagio psichico, ma le iniziativa al riguardo sono ancora poche e scarsamente in grado di incidere sulle varie questioni connesse a tale problematica. Ancora oggi capita di vedere persone che nascondono la propria patologia , si sentono costretti ad occultare i sintomi dell’ansia o della depressione o del disturbo ossessivo, persino ai propri familiari per timore di essere giudicati e stigmatizzati. Quanta sofferenza dovremo ancora vedere e sopportare prima che le cose cambino?

Cerca nel sito

Tag più popolari

Cerca nel sito

Tag più popolari

CONTATTACI SUBITO